CTnet - Chi siamo Torrita di Siena
Provincia di Siena - Toscana - Italia
English version


Storia

Torrita di Siena ha sfruttato la propria posizione nel cuore della Valdichiana, per trasformare la sua economia, passando dall'agricoltura, un tempo unica attività della popolazione, all'industria ed all'artigianato. Aziende di piccole e medie dimensioni sono sorte velocemente a Torrita, per lo più dedite alla lavorazione del legno, alle confezioni ed ai laterizi, aumentando la potenzialità del piccolo ma operoso comune.
Le prime notizie storiche su Torrita di Siena risalgono al XI secolo, infatti il nome appare per la prima volta in un codice amiatino del 1037.
All'inizio del 1200 fu Castello sotto il dominio della Repubblica Senese, che lo tenne nei secoli successivi, nonostante i tentativi di presa di potere da parte di Montepulciano.
Baluardo avanzato di Siena, data la sua posizione strategica, Torrita subì numerosi assedi prima di entrare a far parte del Granducato di Toscana.
Nel 1554 venne infatti definitivamente occupata da parte degli eserciti imperiali ed il suo stemma (il leone rampante con tre spighe) venne sostituito, sulla Torre del Palazzo Comunale, con quello dei Medici.
Oltre a Ghino di Tacco (della famiglia Monaceschi Pecorari - Signori della Fratta), sulla cui figura di "brigante gentiluomo" tanto si è scritto e di cui tutt'oggi si danno interpretazioni e giudizi contrastanti, Torrita di Siena ha dato i natali a Fra' Iacopo da Torrita, francescano, celebre restauratore dell'arte del mosaico, del XIII secolo.
Torrita di Siena (325m.) ha un territorio di 58 Kmq. ed una popolazione di circa 7.000 abitanti.
Oltre al Capoluogo, che si articola nell'antico nucleo storico ed in una estesa parte moderna a valle, è da notare la frazione di Montefollonico, antico castello medioevale, che conserva tracce interessanti del suo passato ed aspetti paesaggistici veramente suggestivi.

Palazzo Comunale

Arte

Il nucleo originario, posto su di un crinale ad assi longitudinali, è racchiuso entro i resti delle antiche mura, risalenti agli inizi del XIII secolo e restaurate più volte a seguito delle distruzioni subite. La fortificazione era coronata da nove torri quadrate su cui nel 1528, su progetto di Baldassarre Peruzzi, vengono inseriti i bastioni. La Piazza, nella sua posizione centrale rispetto all'organismo urbano cruciforme, riassumeva con i suoi edifici i tre poteri: quello militare (la Torre), quello civile (Palazzo Comunale) e quello religioso (Chiesa di SS.Flora e Lucilla).
Edifici civili e religiosi degni di nota:
Chiesa della Madonna dell'Olivo: situata su una collina di fronte a Porta a Pago e anticamente denominata Pieve di S.Costanzo, è la chiesa più antica di Torrita. Esisteva già intorno al 1000, ma alcuni storici sostengono che fu edificata sulle rovine di un tempio dedicato alla Dea Cerere. Durante i secoli ha subito numerosi restauri e modifiche;
Chiesa della Madonna delle Fonti a Giano: ubicata lungo la strada di collegamento tra Torrita di Siena e Sinalunga, questa chiesa fu costruita nel 1665, come attesta una iscrizione latina, per ricordare i prodigi avvenuti intorno all'immagine della Madonna delle Fonti, ritrovata sui resti di una fonte perenne. Architettonicamente rispetta i canoni della seconda metà del 1500- inizi 1600, è a croce latina ed ha tre altari;
Chiesa della Madonna delle Nevi: eretta fuori dalle mura nel 1525, quale voto fatto dai Torritesi alla Madonna allorchè una grave pestilenza afflisse la Comunità, quasi certamente su un precedente oratorio, conserva all'interno pitture attribuite a Girolamo di Benvenuto;
Chiesa di SS.Flora e Lucilla: costituisce insieme al Palazzo Comunale il lato più antico della Piazza principale. Di stile romanico, ad una sola navata, ha una facciata di pregevole fattura e ricca di decorazioni in laterizio. All'interno sono conservate tavole su cui hanno operato artisti quali Benvenuto di Giovanni, Bartolo di Fredi, allievi del Sodoma;
Palazzo Comunale: attuale sede del Comune di Torrita, è ubicato nella Piazza del paese, di fianco alla Chiesa di SS.Flora e Lucilla. La forma architettonica del Palazzo e della relativa Torre risale al 1200, ma nei secoli successivi ha avuto numerose modifiche.
Fu l'antico Palazzo Pretorio, dove risiedevano fin dal 1266 il Podestà e gli Ufficiali del Comune di Siena. Attiguo al Palazzo Comunale è il Teatro "Degli Oscuri", il cui nome deriva dall'Accademia che lo fondò nel XVIII secolo ed il cui stemma è visibile sulla facciata del Palazzo stesso;
Mura e Porte: quattro sono le porte di accesso al Centro Storico di cui tre di origine più antica, soprattutto Porta a Gavina, che conserva ancora un portone in legno del XIII secolo, mentre la Porta Nuova venne aperta nel tratto Ovest delle mura nel 1800;
Chiesa di S.Croce: costruita nel 1642, ha una facciata in cotto rosso, l'interno di stile barocco, presenta tre altari di cui il maggiore dedicato al Crocefisso;
Chiesa di S.Martino e di S.Costanzo: è la chiesa parrocchiale, costruita intorno al 1631 e divenuta collegiata nel 1648. Vi si conserva una campana risalente al 1454 ed un organo tardo barocco;
Chiesa della Madonna del Rosario: la Chiesa sorge al centro della nuova zona residenziale. Di stile moderno, contiene pregevoli opere in ceramica, vetrate a mosaico ed un crocefisso ligneo situato sull'altare maggiore.

Porta Gavina

Montefollonico
L'impianto longitudinale dell'agglomerato urbano è sottolineato dalla Piazza a fuso, su cui si affaccia diagonalmente la Pieve di S.Leonardo, in una soluzione spaziale rara in Valdichiana ed in Italia. Lungo il percorso delle mura troviamo sette torrioni di fortificazione e tre porte di accesso al paese: Porta di Follonica, del Triano e del Pianello, che costituiscono un esempio di architettura militare del XVI e XV secolo;
Il Palazzo Pubblico o Palazzo Pretorio: è del 1200 e costituiva la sede del palazzo di Giustizia dove si radunavano i Consigli che governavano il paese.
Chiesa di S.Leonardo è una delle Pievi più importanti di architettura romanica del territorio senese. L'edificio è costruito in pietra locale; notevole il portale con arco a tutto sesto strombato e con fasci di colonnette con basamento e capitelli scolpiti. L'interno, costituito da una sola navata, conserva pregevoli opere dei secoli XIII - XIV e successivi;
Chiesa del Triano: si trova fuori dalle mura e domina dalla sua felice posizione tutta la valle sottostante con la sua struttura in parte di pietra ed in parte di mattoni, risale al 1609.

Montefollonico
Chiesa di S.Leonardo

Manifestazioni culturali

17 Gennaio: Fiera di Sant'Antonio
Domenica dopo il 19 marzo: Palio dei somari (corteo storico, 150 comparse in costume e
corsa tra i somari che rappresentano le otto contrade del paese)
Sagra di San Giuseppe e Concorso Fotografico Nazionale
Pasqua: Solenne processione del Venerdì Santo
Seconda domenica di maggio: Festa al capannone (corsa ippica su pista)
Giugno: Torrita Blues (concerti di gruppi e solisti nella piazza del paese)
Terzo sabato di settembre: Fiera al piano
Novembre/dicembre: Premio Nazionale di Pittura "Città di Torrita"
Dicembre: Natale a Torrita
Palio dei Somari
Montefollonico
Seconda quindicina di luglio: Settimana cinematografica all'aperto
Domenica dopo il 15 agosto: Ruzzolata del cocomero

[Chianciano Terme] [Altre località dei dintorni]

Created 1997 by CTnet